Italiano:italy.china.com > Cultura >

Sono i tuoi occhi - raccontare i film ai non vedenti

2016-09-14 15:56:05

Sono i tuoi occhi - raccontare i film ai non vedenti

Tutti quelli che vanno nella provincia del Guizhou rimangono profondamente colpiti dai colori incantevoli dei suoi paesaggi. Tuttavia in questo luogo così bello, vivono più di 400mila non vedenti che, sfortunatamente, non sono in grado di percepire i colori, né vedere con i propri occhi il proprio paese natale.

Per arricchire la vita spirituale dei non vedenti e “regalargli degli occhi” per apprezzare la bellezza artistica, nel gennaio 2016, la Radio di Guizhou ha creato la rubrica “Yanan ti racconta un film”.

La conduttrice Pu Yanan stava raccontando il film “Goodbye Mr. Loser” agli ascoltatori non vedenti. Parlando di come le sia venuta in mente l'idea di realizzare un programma in cui raccontare film ai non vedenti, Yanan ha ricordato di come sia stata un'intervista a delle persone non vedenti, in una precedente versione del 2012 del programma, a farle venire l'illuminazione, proprio mentre stava pensando a come realizzare il programma. Ritenne di dover fare qualcosa per questo gruppo speciale attraverso il suo programma radiofonico:

 “Nel corso dell'intervista, mi accorsi di un bambino di nome 'Xiaoxi'. Dopo la scuola non usciva mai di casa; la sua unica passione era cantare seduto da solo, affianco a una pianola elettronica da una decina di rmb. La sua vita era molto semplice. Disse che gli piaceva la tv, ma ascoltandola solamente non riusciva a capire bene tutto quello che succedeva. I suoi fratelli maggiori e i genitori non avevano il tempo di spiegarglielo. Era molto dispiaciuto per il fatto di non riuscire a capire la tv. Attraverso l'intervista, ho capito che la vita dei non vedenti può essere molto monotona, in particolare, a livello spirituale, poiché privati di diversi fattori che possono arricchirla. Anche loro sperano di godere della vita culturale ma, talvolta, per alcuni motivi, questo desiderio è impossibile da realizzare.”

Il 5 marzo, 2013, in occasione della Giornata commemorativa di Lei Feng - un soldato vissuto negli anni '50 del secolo scorso, famoso per il suo alto senso dell'altruismo - la Radio di Guizhou ha organizzato un'attività di beneficienza, intitolata “Io racconto un film ai non vedenti”.

Narrare un film non è così semplice, come può esserlo raccontare una storia. Yanan ha spiegato che si deve trascrivere in parole le scene di un film lungo un'ora e mezzo o due ore, cercando di far capire ai non vedenti tutte le informazioni contenute nelle immagini cinematografiche. Questo richiede molto tempo. All'inizio del lavoro, doveva finirlo nel tempo libero a casa. Un film lungo un'ora e mezza può essere trasformato in 7-10 mila caratteri e gli ci voleva una settimana per farlo.

Sono i tuoi occhi - raccontare i film ai non vedenti

 “Oggi è molto meglio. Con un po' di esperienza, riesco a finire un testo entro due giorni. Di solito vediamo un bel film per una o due volte. Tuttavia per trascrivere il film, lo si deve vedere per 6-7 volte, ovvero vederlo ripetutamente, al punto che si è in grado di recitare tutte le battute a memoria”.

Dopo parecchi anni di pratica e impegno, Yanan e i suoi colleghi della rubrica “Yanan ti racconta un film” riescono a organizzare regolarmente l'attività “Io racconto un film ai non vedenti”.



Dossier speciali

More+

I nostri programmi

More+
  • Il commento 0620

Riviste

More+

Video

More+

Seguiteci

Cina1
Cina1
Cina
Cina