Italiano:italy.china.com > Economia >

Dongguan: da qui parte la trasformazione e l'upgrading della "Fabbrica del Mondo"

2015-04-24 13:55:54

sdfg

sdfg

La città di Dongguan, nella provincia meridionale cinese del Guangdong, è conosciuta come la pioniera della riforma e dell'apertura della Cina: in soli trent'anni, è infatti passata da distretto agricolo arretrato ad una città industriale emergente famosa per la manifattura e per la lavorazione internazionale, il che le è valso il titolo di "Fabbrica del Mondo". Naturalmente, la città è anche considerata da molti uno sportello per capire lo sviluppo economico dell'intera Cina.

La Dongsheng Cashmere Products Co., Ltd. si trova nella cittadina di Dalang, famosa per i suoi prodotti di cashmere, presso Dongguan, ed è stata la prima impresa ad essere sottoposta alla riforma del sistema da parte della Erdos Cashmere Products Co., Ltd. di Shenzhen. Il general manager della società Li Shengli ci ha detto:

"Dall'inizio della crisi finanziaria, abbiamo trovato che i costi si facevano sempre più alti, e che gli ordini si riducevano sempre più, e anche i prezzi di vendita, per cui abbiamo capito che era difficile sopravvivere senza un proprio marchio".

Diversamente da molte imprese tessili locali che operano nella forma OEM, Li Shengli ha deciso di fornire ai consumatori prodotti su misura, accettando ordini individuali. Una volta avanzato il programma, Li Shengli ha però incontrato l'opposizione generale.

"Tutti lo trovavano pazzesco! Prima non accettavo ordini da 10mila capi dello stesso modello, mentre adesso si trattava di produrre abiti capo per capo per singoli consumatori. Era un piano che avrebbe creato caos nella produzione, quindi all'inizio tutti erano contrari."

Nonostante l'opposizione, Li Shengli ha deciso di provare. Nel 2008 la società ha lanciato il marchio "Desert Prairie", fornendo ai consumatori prodotti di cashmere su misura nelle boutiques.

"I consumatori possono scegliere i colori: oltre a quelli originali, possono sceglierne di più vistosi, e decidere anche sulla decorazione."

Il primo anno, nell'ambito della produzione su misura, Li Shengli ha ricevuto solo seimila richieste, quindi la società faceva ancora perno sulla lavorazione tradizionale OEM. Tuttavia Li era molto ottimista circa le prospettive dei prodotti su misura.

Dongguan: da qui parte la trasformazione e l'upgrading della "Fabbrica del Mondo"

"In Cina il tessile è un settore tradizionale con un eccesso di capacità produttiva, in particolare per il nostro segmento del cashmere. Secondo il mio modello, invece, possiamo sia soddisfare le esigenze personalizzate dei consumatori che valorizzare i vantaggi della nostra fabbrica."

Di seguito, il fatturato del marchio Desert Prairie ha visto una crescita annuale del 30-50%. Ora il fatturato annuale della società supera i 20 milioni di RMB, il 60% dei quali dovuto al proprio marchio; le oltre 300 boutiques si trovano in hotel a 5 stelle e in altre sedi di consumo medio-alto. Li Shengli spiega che a partire da quest'anno introdurranno anche su vasta scala dei macchinari computerizzati.

"I macchinari computerizzati possono realizzare più disegni e quindi soddisfare le diverse esigenze dei consumatori, inoltre presentano una buona stabilità, un'alta efficienza e dei bassi costi."

Un altro imprenditore, Ma Hong, fondatore della DONGGUAN SOUYUTE FASHION CO.,LTD. ha invece scelto una strada completamente diversa da quella di Li Shengli. Nel 2006, operando nel settore della vendita di abbigliamento, Ma Hong ha deciso di fondare la sua azienda e di creare un marchio di moda per i giovani. Al tempo i suoi colleghi puntavano gli sguardi all'estero o alle maggiori città cinesi, ma Ma ha fatto una scelta diversa.



Dossier speciali

More+

I nostri programmi

More+
  • Il commento 0626

Riviste

More+

Video

More+

Seguiteci

Cina1
Cina1
Cina
Cina