Italiano:italy.china.com > Economia >

Dongguan: da qui parte la trasformazione e l'upgrading della “Fabbrica del Mondo”

2015-04-24 13:22:47

"I nostri prodotti sono economici e alla moda, e il nostro mercato punta alle campagne e alle città secondarie."

Tuttavia, il target da lui avanzato non era affatto apprezzato.

"All'inizio molti mi hanno detto che sul mercato rurale è difficile guadagnare. Tutti dicevano che nei capoluoghi e nelle città principali la capacità di consumo è più alta."


Ma Hong ha persistito nella sua idea e si è concentrato sul mercato delle città secondarie e delle campagne. Di seguito, la sua società ha mantenuto per 6 anni consecutivi un tasso di crescita annuale superiore al 50%. Nel 2011 il fatturato ha raggiunto gli 1,2 miliardi di RMB e nel 2012 i suoi negozi esclusivi erano già più di 1700.


Nella sede di Souyute non si vedono stabilimenti, e nel palazzo-uffici, oltre ai centri di presentazione e di vendita, c'è un centro di progettazione. Secondo quanto appreso, ogni anno qui vengono disegnati oltre tremila modelli.

"In Cina la produttività del settore tessile è molto alta, però tradizionalmente molte imprese si occupano soprattutto di manifattura. Noi invece abbiamo pensato alla trasformazione: da un lato ci impegniamo nella ricerca e progettazione e dall'altro nella vendita e diffusione del marchio e nella creazione della rete di terminali di vendita; la produzione la risolviamo con l'outsourcing, perché la manifattura in sé ha già un'alta produttività."

In qualità di Fabbrica del Mondo, sin dalla riforma e apertura, grazie alla sua superiorità geografica, Dongguan ha attirato un gran numero di aziende manifatturiere. Tuttavia, con la sempre più complessa e volatile congiuntura economica cinese e straniera, il modello economico tradizionale dipendente dalla manifattura e lavorazione per l'estero ha subito un forte impatto, e lo sviluppo economico locale ha cominciato a rallentare. Nel 2012, il Pil della città ha visto una crescita del 6.1%, inferiore all'8% previsto, per cui per il 2013 ha ritoccato verso il basso le sue previsioni di crescita economica. Allora, in questo caso, in che modo Dongguan può mantenere la vivacità della sua economia?

Dongguan: da qui parte la trasformazione e l'upgrading della “Fabbrica del Mondo”

Il Parco industriale tecnico-scientifico di Songshanhu, a Dongguan, è stato fondato nel 2001 e nel 2010 è diventato una zona di sviluppo dell'industria ad alta e nuova tecnologia di livello statale. Secondo il responsabile del comune di Dongguan Xu Jianhua, la tecnologia è un importante fattore guida dell'upgrading del settore manifatturiero della città.

"L'upgrading settoriale, il passaggio della manifattura dal basso all'alto livello e l'innovazione dei modelli commerciali hanno tutti bisogno della guida della scienza e della tecnologia."


Nel 2007, la Huazhong University of Science & Technology (HUST) e Dongguan hanno cooperato nella costituzione dell'Istituto di ingegneria manifatturiera nel Parco industriale di Songshanhu. Il vice presidente permanente dell'istituto Zhang Guojun ci ha illustrato la cooperazione bilaterale.

"Come è noto, Dongguan, una città famosa per il settore della manifattura, adesso subisce la pressione della trasformazione e dell'upgrading industriale, quindi spera nel nostro aiuto circa l'upgrading. Dal punto di vista della nostra università, eccelle nelle discipline della manifattura, e deve anche promuovere la trasformazione industriale dei suoi risultati."

Questa cooperazione win-win non solo ha favorito le imprese nella loro trasformazione e upgrading, ma anche apportato dei risultati concreti all'istituto. Nel 2008 gli introiti totali dell'istituto raggiungevano solo i 3 milioni di RMB, mentre dopo alcuni anni di sviluppo nel solo 2012 la cifra ha superato i 100 milioni.



Dossier speciali

More+

I nostri programmi

More+
  • Il notiziario 0923

Riviste

More+

Video

More+

Seguiteci

Cina1
Cina1
Cina
Cina