Italiano:italy.china.com > Turismo >

Il villaggio Yutou dell’etnia Dong

2017-06-27 16:23:36

Il villaggio Yutou dell’etnia Dong


Yutou è un villaggio di etnia Dong situato nella parte sud-occidentale della contea autonoma di Tongdao, nella provincia dello Hunan, a 9 km dalla città di contea. Yutou è un'importante meta turistica nella famosa zona turistica dei villaggi di etnia Dong del Monte Wanfo e un importante centro di cultura tradizionale dell'etnia Dong.  

Il villaggio Yutou dell'etnia Dong fu costruito durante il regno dell'imperatore Hongwu della dinastia Ming. Si dice che in questo periodo, un giovane dal cognome Yang dell'etnia Dong andasse a caccia con il suo cane. Quando arrivarono nei pressi di Yutou, il cane si sdraiò  su un prato e non voleva più procedere. Il giovane, non avendo altra scelta, disse al cane: “Lancerò il cibo per tre volte in cielo. Se riuscirai a prenderlo, allora vivremo qui”. Il cane afferrò il cibo tutte e tre le volte, ed il giovane mantenne fede alla sua promessa. Abbatté degli alberi, vi montò una coperta e ci si sistemarono. Nel corso dell'11esimo anno del regno dell'Imperatore Hongwu (1378), il giovane si sposò con una ragazza che era fuggita dalle montagne. Questa ragazza era molto brava a cantare e a danzare. La leggenda narra che sia stata proprio lei a tramandare l'arte del Lusheng (un tipo di strumento a fiato diffuso nella Cina sud-occidentale). La coppia ebbe dei figli, facendo crescere la famiglia Yang. Secondo la tradizione, l'altare “Sasui”, un altare esistente nel villaggio, fu costruito in onore di questa ragazza. Nel terzo anno del regno dell'imperatore Jiajing (1508), la popolazione dell'insediamento registrò una forte crescita e lo stesso avvenne alla dimensione degli edifici, fino a che si trasformò in un villaggio.   

Gli edifici sono le cose più caratteristiche del villaggio di etnia Dong. Questi comprendono “tre tesori”: il Ponte del vento e della pioggia, la Porta del villaggio e la Torre del tamburo. A circa un centinaio di metri fuori dalla Porta del villaggio, c'è un ponte chiamato Huilong, che fu costruito nel 42esimo anno del regno dell'imperatore Qianlong. Negli anni 70' , il ponte ha subito dei danni a causa del suo mancato restauro per lunghi anni. Nel 2009, grazie a una donazione congiunta dei compatrioti della Cina continentale e della provincia di Taiwan, il ponte  è stato completamente ricostruito. Nei pressi del ponte ricostruito, tra le erbacce, si può vedere una stele su cui sono scolpiti i caratteri “jin liang you tuo”, che risale al periodo dell'imperatore Qianlong.  

Entrato nel villaggio, si vedono una cinquantina di case ordinate quasi quanto le scaglie e i denti di un pettine, il fumo di un centinaio d'anno fa ha reso parte delle colonne e dei tramezzi di legno molto brillante. La Torre del tamburo Lusheng sorge nel villaggio. Andando avanti lungo l'antico percorso postale, si arriva al villaggio Yashang, che fu costruito lungo i crinali del monte, guardando giù, si vedono le palafitte che sorgono lungo il monte, una vicina all'altra e un piano sopra l'altro.    

Se si vuole salire in cima al monte, si devono percorrere ben 108 scale di pietra verde, queste furono costruite durante l'amministrazione dell'imperatore Wanli, e vennero tutte lastricate con pietre verdi. Quando si arriva ai piedi del monte, si vede un antico pozzo circondato da pietre verdi a tutti i lati, la cui acqua è così limpida da farne trasparire il fondo. Su una lastra di pietra vicina al pozzo sono vagamente visibili i caratteri “qian long wu shi nian”.   



Dossier speciali

More+

I nostri programmi

More+
  • Il commento 0727

Riviste

More+

Video

More+

Seguiteci

Cina1
Cina1
Cina
Cina