Le maggiori multinazionali in Cina

2014-12-23 13:35:27    

Volkswagen

La Volkswagen (China) S.r.l. con gli investimenti della casa madre tedesca ha creato due joint- ventures per la fabbricazione di auto e alcune imprese di componenti a Shanghai e Changchun, creando anche più di 100 centri di fornitura di componenti.

Attualmente la Volkswagen di Shanghai, con investimenti totali superiori a 1,89 miliardi di Yuan, moneta cinese, produce decine di tipi di auto di 5 serie, ossia Santana, Santana 2000, Passat, Polo e Gol, mentre la Volkswagen di Changchun, con più di 1,11 miliardi di Yuan, moneta cinese, di investimenti, ha creato 2 marche e 5 serie, ossia Audi A6, Audi A4, Bora, Jetta e Golf. Grazie al suo stile innovativo e al servizio in continuo migliormento, la Volkswagen è ormai diventata la maggiore joint- venture automobilistica della Cina, con un gran numero di consumatori cinesi.

Attualmente la Cina è ormai diventata il secondo mercato mondiale del gruppo Volkswagen. In 5 anni a partire dal 2004, la Volkswagen continuerà a investire più di 5 miliardi di euro nel mercato cinese.


Boeing

La storia della cooperazione di amicizia fra la Cina e la Società Boeing è cominciata nel 1972. La Boeing ha attivato in Cina la formazione nei settori dell'aviazione, manutenzione e amministrazione per fornire garanzie al funzionamento dei propri aerei. Nel frattempo ha anche creato negli aereoporti un sistema di servizi di rappresentanza, supporto logistico e tecnologico, aiutando anche la CAAC ad elevare il suo livello di amministrazione del traffico aereo e della sicurezza.

Inoltre la Boeing ha anche sviluppato un'ampia cooperazione nella produzione con l'industria manifatturiera cinese, fondando nuove imprese per la fabbricazione di materiali sintetici, per la trasformazione e la manutenzione degli aerei e il servizio di fornitura di componenti e pezzi di ricambio.

Attualmente i maggiori componenti e parti assemblate di 3300 aerei Boeing in servizio nel mondo sono prodotti in Cina.


Nokia

Sin dagli anni ‘50 del secolo scorso la Nokia ha allacciato rapporti commerciali con la Cina. Nel 1985 la Nokia ha aperto il suo primo ufficio a Pechino, iniziando così il suo processo di sviluppo iniziale in Cina. Verso la metà degli anni ‘90, la Nokia ha realizzato la localizzazione della produzione attraverso la fondazione in Cina di imprese in joint-venture, trasformandole nella sua principale base di produzione mondiale. Con l'ingresso nel nuovo secolo, la Nokia ha partecipato allo sviluppo dell'industria dell'informazione cinese con il rafforzamento della cooperazione nel settore delle tecnologie più avanzate, impegnandosi nel fare della Cina la sua base mondiale di personale specializzato.

La Nokia ha creato in Cina 2 centri di ricerca di livello globale, con uffici diffusi in tutto il paese e 4500 dipendenti. Tutti i principali prodotti della Nokia sono già prodotti in Cina, ivi compresi i cellulari dell'ultima generazione, stazioni di base, apparecchiature di controllo delle stazioni di base, MSC, impianti di connessione e di scambio digitale e prodotti terminali digitali multimedia.


Microsoft

La Microsoft è arrivata in Cina nel 1992, investendo enormi somme nella costruzione del suo Centro cinese di ricerca e sviluppo, del suo Istituto asiatico di ricerca e del suo Centro tecnologico mondiale. Queste tre strutture di sviluppo, ricerca scientifica e supporto tecnologico di livello mondiale hanno reso la Microsoft-Cina la filiale più multifunzionale della Microsoft all'esterno degli Stati Uniti.

Finora la Microsoft ha investito in 2 joint-ventures di software in Cina: 19 milioni di Yuan sono serviti per creare la S.r.l. di software Zhongguangcun con il Gruppo Stone e la S.r.l. Gruppo per lo sviluppo scientifico Zhongguancun, mentre la Shanghai Wicresoft Software Company, Ltd. ha come partner la Shanghai Alliance Investment. Inoltre la Microsoft ha fondato in joint-venture l'Istituto Microsoft all'Università delle comunicazioni di Shanghai e la S.r.l di servizi tecnologici per il software alla stessa università insieme alla Shanghai Alliance Investment e alla S.r.l del Parco del software Pudong. La Microsoft ha investito complessivamente 4 milioni di Yuan, moneta cinese, pari al 10% del totale.

La Microsoft ha trasferito in Cina la produzione dell'Xbox, molto di moda in tutto il mondo. Inoltre la Microsoft produce mouse nella provincia cinese del Guangdong imballandoli all'estero, con un valore annuale pari a 100 milioni di dollari.