Famosi paesaggi naturali della Cina

2014-12-23 14:45:27    

La Cina è molto ricca di risorse naturali. Oltre ai parchi naturali di Jiuzhaigou, Zhangjiajie e Huanglong, già inseriti nella lista del Patrimonio Naturale Mondiale (per quanto riguarda il Patrimonio Mondiale, la rubrica “Patrimonio naturale e mondiale della Cina” del nostro website contiene servizi speciali), vanta infatti altri numerosi spettacolari paesaggi naturali, come Guilin nel sud-ovest, i Monti Changbai nel nord-est, il Monte delle Quattro Ragazze nel Guizhou, nel sud-ovest, il paesaggio delle foresta pluviale tropicale dello Xishuangbanna, nello Yunnan, nel sud-ovest, il paesaggio della foresta di cocco dell'Isola di Hainan, nel sud, tutti da visitare.

Famosi paesaggi naturali della Cina

Foto:Monti e fiumi di Guilin


Monti e fiumi di Guilin

La città di Guilin si trova nella Regione autonoma del Guangxi Zhuang. Il suo clima è temperato e umido. D'inverno non fa freddo e d'estate il caldo non è eccessivo, nelle quattro stagioni le piante sono sempre verdi e la temperatura media annuale è di circa 19°.

Guilin è dotata di ottimo quadro ecologico. Secondo le ricerche geologiche, oltre 300 milioni di anni fa l'area di Guilin era occupata dal mare. A causa dei movimenti della crosta terrestre, i sedimenti di calcare si innalzarono, creando la terraferma, e attraverso fenomeni di erosione, monti verdeggianti dalle forme strane, profonde caverne carsiche e fantastici fiumi sotterranei. Queste speciali configurazioni terrestri e il Fiume Lijiang, con le sue bellissime scene naturali nonchè i fascinosi paesaggi rurali all'intorno, creano un insieme unico, i cosiddetti “Monti e fiumi di Guilin”, famosi sia all'interno del paese che all'estero per il“Verde dei monti, la limpidezza dei fiumi, la stranezza delle caverne e la bellezza delle pietre”, da cui l'espressione onorifica che “I monti e fiumi di Guilin sono i primi del mondo”.

Guilin è una città che vanta 2110 anni di storia e una brillante cultura collegata. Attualmente la città conta 109 siti culturali sottoposti a tutela ai livelli nazionale, regionale e municipale. Poesie e statue buddiste con cui intellettuali, poeti, pittori e calligrafi hanno elogiato i monti e fiumi di Guilin sono distribuite ovunque su monti e caverne, tra cui spiccando la “Foresta di steli di Guihai” e le “Incisioni su pietra del monte occidentale”. Famosi siti turistici della città sono: il Monte Bilian, il Giardino Qixing, la Sorgente termale Longsheng, la Caverna Ludi e il Monte Xiangbi, ossia il Monte della Proboscide dell'elefante.

Attualmente Guilin possiede 28 alberghi a più stelle, 18 agenzie turistiche internazionali e un migliaio di guide interpreti. Negli ultimi anni le infrastrutture turistiche locali sono state ulteriormente perfezionate. Attualmente sono in funzione oltre 40 linee aeree che collegano Guilin a grandi città interne ed estere.

I Monti Changbai

I Monti Changbai si trovano nella provincia del Jilin, nel nord-est della Cina, al confine tra Cina e Corea del Nord, ed ospitano le sorgenti dei tre Fiumi Tumen, Yalu e Songhua. L'immenso superficie forestale e la pregiata fauna selvatica hanno portato già nel 1980 il massiccio ad entrare nella lista delle Nazioni Unite delle zone mondiali di tutela del cicolo biologico. Attualmente i Monti Changbai sono una zona paesaggistica di 4° livello nazionale.

I Monti Changbai sono anche chiamati “Il primo monte del nord-est della Cina”. Storicamente si tratta di un'area da sempre abitata dai locali, ed anche della culla dell'etnia Mancese. Per questo in epoca Qing vennero chiamati “Luogo sacro”. I Monti Changbai sono famosi dal punto di vista turistico, e come culla dell'etnia Mancese e monte sacro dell'etnia Coreana.