Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di persone

2014-12-23 15:46:55    

Nell'epoca moderna, il cristianesimo e il cattolicesimo si sono diffusi nella regione, tuttavia l'influenza esercitata da loro non è stata grande.


L'etnia mancese

Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di persone

L'etnia mancese conta circa 9 milioni e 820 mila persone che risiedono principalmente nelle tre province della Cina nord-orientale, soprattutto nel Liaoning.

La storia dei Mancesi risale a più di 2mila anni fa. Da tempo essi risiedono nella zona ad ovest dei monti Changbaishan e nel bacino dei fiumi Heilongjiang e Ussuri. Negli ultimi anni del 16° secolo, la zona fu controllata da Nurachi, che integrò gli Jurgen, come parte principale, con parte di Han, Mongoli e Coreani, formando così una nuova comunità etnica, ossia l'etnia mancese.

I Mancesi si occupano soprattutto di agricoltura ed hanno una propria lingua e scrittura. I caratteri mancesi, originati dal mongolo, sono nati alla fine del 16° secolo. A causa delle loro forti migrazioni nella Cina centro-settentrionale e degli stretti contatti con gli Han nei settori economico, culturale e della vita sociale a partire dalla dinastia Qing, i Mancesi si sono pian piano abituati ad usare la lingua cinese.


Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di personeL'etnia Hui

L'etnia Hui ha una popolazione di 9 milioni e 800 mila persone, e si concentrano principalmente nella Regione autonoma del Ningxiahui, Cina nord-occidentale. Anche nelle altre regioni ci sono molti abitanti dell'etnia Hui che abitano in modo concentrato o disperso. Si può dire che l'etnia Hui abita in tutte le parti del paese, ed è una minoranza etnica diffusa più ampiamente in Cina. La popolazione dell'etnia Hui e dell'etnia Han vivono insieme per lungo tempo, quindi l'etnia Hui parla principalmente la lingua cinese. Gli abitanti dell'etnia Huiche abitano con le altre etnie parlano anche le lingue delle altre etnie. Una parte degli abitanti dell'etnia Hui parlano l'arabo e il persiano. L'origine dell'etnia Hui risale al settimo secolo. Allora gli uomi d'affari arabi e persiani venivano spesso in Cina a fare affari, poi rimarono a Guangzhou e Quanzhou e in altre zone costiere della Cina sud-orientale. Dopo centinaia di anni sviluppo, diventarono una parte dell'etnia Hui. Inoltre all'inizio del 13° secolo, per motivo di guerra, molti persiani ed arabi dell'Asia centrale, furono costretti a trasferire nella Cina nord-occidentale, e si furono integrati tramite le forme di matrimonio e religione con le etnie Han, Uigur e mongola, formandosi l'etnia Hui. L'etnia Hui crede nell'islamismo. Nelle città, cittadine, addirittura nei villaggi, dove abitano l'etnia Hui sono state costruite moschee, formandosi la caratteristica di abitare intorno alle moschee. L'etnia Hui Ha le proprie abitudini alimentari particolari, e si possono vedere i ristoranti, negozi di alimentari “dell'etnia Hui” e “islamici”, che servono appositamente la popolazione dell'etnia Hui. Il livello economico e culturale dell'etnia Hui è abbastanza alto, e ha svolto un'importante ruolo sullo sviluppo storico della Cina.

L'etnia Miao

Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di persone