Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di persone

2014-12-23 15:46:55    

L'etnia Miao conta 7 milioni e 400 mila persone, che risiedono principalmente nelle province meridionali del Guizhou, Yunnan, Sichuan, Guangxi Zhuang, Hunan, Hubei e Guangdong.

I Miao hanno una propria lingua, suddivisa in tre dialetti. I Miao che risiedono in zone abitate anche da altre etnie sanno parlare anche il mandarino o le lingue Dong e Zhuang. I Miao non hanno avuto una scrittura unificata fino al 1956, anno in cui è nata la trascrizione fonetica basata sull'alfabeto latino. Per quanto riguarda la fede religiosa, i Miao professano l'animismo.

L'etnia Miao è una delle etnie cinesi dalla lunga storia, in quanto già nelle cronache di 4000 anni fa figurano gli antenati dell'etnia. In relazione alle zone dove risiedono e all'abbigliamento, i Miao hanno diversi nomi, come “Miao dalla gonna lunga”, “Miao dalla gonna corta”, “Miao dal corno lungo”, “Miao rossi” e “Miao neri”. Nel settore agricolo, i Miao si occupano principalmente della coltivazione di riso e mais, mentre coltivano anche erbe medicinali pregiate come lo Pseudo-ginseng, la Gastrodia elata e l'Eucommia ulmoides.


L'etnia Yi

Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di persone

L'etnia Yi conta una popolazione di 6 milioni e 570 mila persone che risiedono principalmente nelle province dello Yunnan, Sichuan, Guizhou e nella Regione autonoma del Guangxi Zhuang.

L'etnia Yi ha una propria lingua, suddivisa in 6 dialetti. Nell'antichità gli Yi praticavano il politeismo, all'inizio della dinastia Qing passarono al Taoismo, mentre verso la fine del 19esimo cominciarono a professare il Cristianesimo, ma in ridotta minoranza.

Gli Yi sono una delle minoranze cinesi con la maggiore popolazione, la più ampia distribuzione e una lunga storia. Gli antenati degli Yi risiedevano già in tempi remoti nella parte sud-occidentale della Cina, integrandosi pian piano con le tribù aborigene locali. La lunga storia dell'etnia Yi è caratterizzata dalla schiavitù che ha controllato la società fino agli anni '50 del secolo scorso, quando è stata attuata la riforma democratica e socialista.


L'etnia mongola

Le etnie che hanno una popolazione di cinque milioni di persone

L'etnia mongola conta 5 milioni e 800 mila persone, che risiedono principalmente nella Regione autonoma della Mongolia Interna e nelle circoscrizioni e distretti autonomi dell'etnia mongla nel Xinjiang Uigur e nelle province del Qinghai, Gansu, Heilongiang, Jilin e Liaoning. L'etnia mongola parla il mongolo, che appartiene alla famiglia linguistica altaica. La denominazione di “Mongolia” risale alla dinastia Tang, allora la Mongolia era solo il nome di una delle varie tribù della Mongolia. Il luogo d'orgine della tribù si trovava nella zona sulla riva orientale del Fiume Eerguna e poi si trasferì verso l'Ovest. Le varie tribù rapirono persone, bestiame e ricchezze, in modo che scoppiarono ininterrottamenete delle guerre. Nel 1206 Temujin fu eletto re mongolo, denominato “Genghis”, fondando lo Stato mongolo. Da allora nella parte settentrionale della Cina comparve per la prima volta un'etnia potente, stabile che si sviluppava costantemente-l'etnia mongola. Poi Chengis Khan unificò le varie tribù mongole e la Cina ed istituì la dinastia Yuan. La maggior parte dei mongoli professano il lamaismo. L'etnia mongola ha dato importanti contributi alla Cina in campo politico, militare, economico, tecnico-scientifico, astronomico, culturale ed artistico e medicinale.