La religione nel Xinjiang

2014-12-23 17:20:32    

Il Xinjiang è una regione dove si praticano varie religioni. L'islamismo esercita un'influenza notevole nella vita sociale locale. Attualmente nelle varie parti della regione esistono 23 mila fra moschee e altre sedi di attività religiose, come templi lamaisti e chiese, in grado di soddisfare le esigenze dei fedeli. Le principali organizzazioni religiose del Xinjiang sono l'Associazione Islamica, l'Istituto dei testi islamici, l'Associazione Buddista, ecc.

Dieci etnie della regione professano l'Islamismo, tra cui gli Uygur, i Kazak e gli Hui, con oltre 9 milioni di praticanti, il 56,3% del totale della popolazione.

Nel Xinjiang circa 80 mila mongoli professano il buddismo tibetano, con 40 templi lamaisti. La regione conta anche 30 mila protestanti e 24 chiese, e oltre 4 mila cattolici e 25 chiese e sedi di attività religiose. Infine un centinaio di russi seguono la Chiesa Ortodossa, con due chiese ortodosse.