La teoria basilare della medicina tradizionale della Cina

2014-12-24 09:32:07    

La teoria di base della medicina tradizionale cinese è una sintesi teorica delle attività vitali del corpo umano e delle regole dei cambiamenti delle malattie, comprensiva principalmente delle teorie dello Yin e Yang (negativo e positivo), dei cinque elementi (metallo, legno, acqua, fuoco e terra), dei movimenti di energia, dello stato degli organi interni e dei canali principali e collaterali, e dei contenuti della patogenesi, eziologia, diagnosi, trattamento, cura e misure collegate, prevenzione e mantenimento della buona salute.

Lo Yin e Yang è una categoria dell'antica filosofia cinese. Attraverso l'osservazione dei fenomeni contraddittori, il concetto di contraddizione è stato gradualmente innalzato alla categoria di Yin e Yang, spiegando i cambiamenti del movimento della materia attraverso la crescita e il declino dell'energia vitale.

Mediante la concezione di contrapposizione e unificazione di Yin e Yang, la medicina tradizionale cinese riassume i complessi rapporti fra le parti superiore e inferiore, interna ed esterna del corpo, e fra il corpo e gli anelli esterni della natura e della società. Il relativo equilibrio di contrapposizione e unificazione di Yin e Yang è la base per mantenere e garantire le normali attività del corpo umano. Lo squilibrio e il deterioramento dei rapporti di contrapposizione e unificazione di Yin e Yang può causare la comparsa di malattie, influenzando le normali attività della vita.

La teoria dei cinque elementi definisce l'appartenenza dei diversi elementi del mondo oggettivo attraverso le cinque categorie di metallo, legno, acqua, fuoco e terra, utilizzando il modello dinamico della loro interdipendenza e mutuo contenimento per chiarire i rapporti reciproci e le leggi del cambiamento delle cose. Mediante la teoria dei cinque elementi la medicina tradizionale cinese illustra i rapporti funzionali fra i cinque organi interni (cuore, fegato, milza, polmone e rene) e i sei organi cavi (cistifellea, stomaco, intestino e intestino tenue, vescica e le tre cavità dei visceri), e le patologie prodotte dallo squilibrio dei loro rapporti, guidando la cura delle malattie collegate.

La teoria dei movimenti di energia, detta anche dei 5 movimenti e dei 6 fattori climatici, ricerca ed esplora l'influenza dei cambiamenti astronomici, meteorologici e climatici sulla salute del corpo e sulle malattie. I cinque movimenti comprendono i movimenti di legno, fuoco, terra, metallo e acqua, indicando il ciclo naturale dei cambiamenti annuali delle stagioni: primavera, estate, il suo periodo più caldo, autunno e inverno. I sei fattori climatici comprendono vento, freddo, caldo, umido, caldo secco e fuoco. La teoria prevede i cambiamenti del clima annuale e le regole delle malattie secondo i parametri del calendario astronomico.

La teoria dello stato degli organi ricerca le funzioni fisiologiche e i cambiamenti patologici dei cinque organi (cuore, fegato, milza, polmone e rene), dei sei organi cavi (cistifellea, stomaco, intestino e intestino tenue, vescica e le tre cavità dei visceri) e degli organi straordinari (cervello, midollo, ossa, polso, cistifellea e organi femminili).

La teoria dei canali principali e collaterali è strettamente collegata a quella dello stato degli organi interni. Attraverso i canali scorrono l'energia ed il sangue, con la funzione di collegamento fra interno ed esterno e di rete all'interno del corpo. In caso di patologia, avvengono dei cambiamenti nelle funzioni del sistema, con la comparsa di sintomi corrispondenti attraverso i quali si possono dignosticare le malattie degli organi interni.