La farmacopea tradizionale cinese

2014-12-24 09:32:51    

La raccolta e lavorazione dei farmaci tradizionali

La raccolta dei farmaci tradizionali costituisce un importante anello della loro produzione e lavorazione, in quanto i farmacologi delle varie generazioni ne hanno sempre messo in risalto la tempestività. Visto che nelle diverse fasi di crescita delle sostanze medicinali, la composizione e il tenore risultano diversi, gli effetti curativi, secondari e nocivi variano a loro volta, di conseguenza una raccolta tempestiva è molto importante per assicurare gli effitti curativi e ridurre quelli secondari e nocivi.

Generalmente le erbe medicinali devono essere raccolte quando le piante sono frondose e cominciano a fiorire; le sostanze ricavate dai fiori devono essere raccolte quando questi sono in boccio; quelle ricavate dai frutti quando questi sono maturi; quelle ricavate da radici e steli alla fine dell'autunno o all'inizio della primavera; quelle ricavate dalla scorza di radici in primavera o autunno; le sostanze di origine animale devono essere procurate secondo le stagioni di crescita e di attività degli animali, mentre quelle di origine minerale possono essere raccolte tutto l'anno.

Uso dei medicinali tradizionali

L'uso dei medicinali tradizionali ha una lunga storia, svolgendo un importante ruolo per la prospera continuità della nazione cinese ed occupando finora un' importante posizione nella medicina preventiva. Le esperienze teoriche e pratiche in merito rispecchiano le caratteristiche della cultura cinese. I medicinali tradizionali derivano da sostanze naturali a bassa nocività e con scarsi effetti secondari, e contengono più ingredienti, quindi possono essere ampiamente utilizzati per trattare varie malattie. I farmaci tradizionali cinesi contengono per lo più parecchi ingredienti combinati adeguatamente, adatti a sindromi complesse e in grado di elevare l'efficacia del farmaco e ridurne la nocività e gli effetti secondari.

L'uso dei medicinali tradizionali si basa sulle teorie della medicina tradizionale cinese ed ha come prove gli effetti terapeutici prodotti. L'efficacia del trattamento è decisa dalle proprietà intrinseche delle sostanze usate. Le proprietà dei medicinali tradizionali cinesi si suddividono in “quattro climi” e “cinque sapori” (freddo, caldo, tiepido, fresco / acido, amaro, dolce, piccante e salato), e nei caratteri di salita e discesa, sospensione ed affondamento, tropismo dei canali e nocività. Per utilizzare sicuramente ed efficacemente i medicinali tradizionali cinesi, occorre padroneggiare le nozioni di base sulla preparazione, le controindicazioni, il dosaggio e la posologia. La preparazione avviene dosando le sostanze secondo le richieste del quadro clinico e le loro proprietà. Le controindicazioni interessano la preparazione del medicinale, i casi di gravidanza, l'alimentazione e i sintomi. Il dosaggio indica la quantità del farmaco nell' uso clinico, inclusa la quantità quotidiana dei farmaci singoli e misti e la proporzione fra i vari componenti.

Il futuro sviluppo della farmacopea tradizionale

In futuro la direzione principale della ricerca sui medicinali tradizionali avrà le seguenti caratteristiche: nel settore della produzione delle sostanze, ereditando le esperienze tradizionali, si rafforzerà la ricerca sulla selezione e crescita di sementi di alta qualità attraverso l'irradiazione con isotopi e progetti biologici; si incentiverà l'introduzione di sementi e la coltivazione di materiali selvatici molto usati come liquirizia, le radici di Scutellaria baicalensis e di Bupleurum chinense, ecc. e più di 20 tipi di materiali importati, privilegiando la ricerca sulla prevenzione della degenerazione delle sementi; infine sarà rafforzato il lavoro di ricerca e scoperta di nuove risorse.