La dinastia Song

2014-12-24 09:34:28    

Nell'anno 960 il futuro primo imperatore Song Zhao Kuangyin scatenò l' ammutinamento Chenqiao, fondando quindi la dinastia Song, ponendo così fine alla separazione del paese dell'epoca delle Cinque Dinastie e dei Dieci Stati. La dinastia Song durò 319 anni, cadendo sotto i colpi della dinastia mongola Yuan nell'anno 1279, ed è suddivisa in due periodi, Settentrionale e Meridionale. All'epoca dei Song Settentrionali, i Qidan costituirono la dinastia Liao (947-1125) nel nord della Cina, i Dangxiang fondarono il Regno Xia Occidentale (1038-1227) nel nord-ovest del territorio Song e nel 1115 i Nuzhen fondarono lo Stato di Jin nel nord (1115-1234). Jin sconfisse Liao nel 1125 e nel 1127 assalì la capitale dei Song Kaifeng prendendo in ostaggio i due imperatori Hui e Qin, ponendo fine ai Song Settentrionali. Song Gaozong Zhao Gou salì sul trono a Yingtianfu (l'odierna Shangqiu, nella provincia del Henan), poi si rifugiò a Lingan (l'odierna Hangzhou), mantenendo solo il controllo della zona a sud del Fiume Azzurro e fondando la dinastia dei Song Meridionali. I Song Settentrionali furono un'epoca di confronto con Liao, Xia e Jin, mentre i Song Meridionali furono un'epoca di compromesso e di declino.

Dopo aver unificato la parte settentrionale del paese, la società, l'economia e la cultura dei Song Settentrionali conobbero un forte sviluppo, mentre anche il commercio con l'estero fu prospero. “La nuova politica Qingli” di Fan Zhongyan e la riforma di Wang Anshi, anche se non portarono completa prosperità alla dinastia, risolsero comunque alcune contraddizioni sociali. Le rivolte contadine di Fang La e Song Jiang cercarono di scardinare il corrotto e decadente governo di Song Huizong. Dopo la caduta dei Song Settentrionali a causa dei Jin, i Song Meridionali si accontentarono di governare la zona a sud del Fiume Azzurro, senza alcuna ambizione a organizzare spedizioni verso il nord per riunificare il paese. La spedizione verso nord e la resistenza ai Jin del famoso generale Yue Fei parve ai governanti del tempo solo un modo di difesa delle aree del sud e di sopravvivenza. La sete di potere a danno del paese di Jia Sidao alla fine dei Song Meridionali ne accelerarono la caduta.

In quest'epoca i risultati scientifici furono molto brillanti, con la continua valorizzazione delle tre grandi invenzioni della bussola, stampa e polvere da sparo; in particolare la stampa a caratteri mobili inventata da Bi Sheng precedette di 400 anni quella europea. Su Song inventò il primo orologio astronomico ad acqua del mondo. “Le note del ruscello dei sogni” di Shen Kuo godono di una sublime posizione nella storia della scienza e tecnologia cinesi. Nel settore culturale, imperò la Scuola idealista confuciana, con studiosi come Zhu Xi e Lu Jiuyuan, mentre erano anche diffusi Taoismo, Buddismo e alcune religioni straniere. “Il nuovo libro sulla dinastia Tang” compilato da Ouyang Xiu dei Song Settentrionali diede un grande contributo agli studi storici sulla dinastia, mentre “Gli eventi storici narrati come uno specchio per i governanti” di Sima Guang costituiscono un classico dell'annalistica. Nel settore letterario comparvero maestri di prosa come Ouyang Xiu e Su Shi; le poesie Ci raggiunsero il culmine in quest'epoca, con maestri come Yan Shu, Liu Yong, Zhou Bangyan, Li Qingzhao e Xin Qiji; nelle epoche Song e Jin si diffusero anche le novelle e le opere, mentre la pittura eccelse per i paesaggi, i fiori e gli uccelli. Il famoso dipinto “Scene sul fiume alla festa dei morti” di Zhang Zeduan è un'opera immortale della pittura cinese.