Le cinque epoche di massimo splendore della storia cinese

2014-12-24 09:37:42    

Nei più di duemila anni della storia feudale cinese, comparvero alcuni periodi di massimo splendore, come l'epoca di Wudi, degli Han occidentali, preparata dai periodi degli imperatori Wendi e Jingdi, il periodo di regno Kaiyuan di epoca Tang, i regni degli imperatori Yongle e Xuande, di epoca Ming, e degli imperatori Kangxi, Yongzhen e Qianlong, di epoca Qing, oltre alla famosa epoca dei Regni combattenti. Fra questi spiccano l'epoca Kaiyuan e quella degli imperatori Kangxi, Yongzhen e Qianlong.

Per “epoche di massimo splendore” si intendono i periodi di rinnovamento dinastico seguiti ad apoche di gran caos. Gli Han occidentali ricostruirono una dinastia feudale sulle rovine della dinastia Qin, raggiungendo lo splendore solo dopo un periodo di ricupero delle forze e di risanamento dell'economia di oltre 170 anni. Il periodo di splendore Kaiyuan della dinastia Tang seguì al caos della fine della dinastia Sui, col ripristino di un forte potere centrale. Nel mezzo ci fu un secolo di grandi difficoltà. La dinastia Ming espulse dalla Grande Muraglia i dominatori Yuan riunificando il paese, e solo dopo mezzo secolo di sforzi raggiunse il prospero periodo Yongle e Xuande. Nel periodo medio dell'imperatore Shenzong Wanli comparve un gran caos, che si aggravò nei periodi degli imperatori Xizong e Chongzhen, con più di mezzo secolo di travaglio prima dell'ingresso dell'esercito Qing nel passo di Shanhaiguan. Dopo il loro ingresso nella Cina centrale, i Qing sconfissero le truppe contadine di Li Zicheng e Zhang Xianzhong, impiegando vent'anni per eliminare le rimanenti forze Ming nel sud del paese. Sulla base del caos della fine della dinastia Ming, i Qing fondarono una nuova dinastia, che raggiunse la prosperità dopo 70 anni. Il periodo dei Regni combattenti presenta caratteristiche speciali, in quanto da un punto di vista superficiale la nuova struttura di coesistenza dei sette Stati in guerra originata attraverso il venir meno del quadro del periodo delle Primavere e Autunni ed una serie di annessioni, permise agli Stati di mantenere una relativa stabilità sul luogo periodo, giungendo poi all' unificazione da parte Qin ed al picco dell'ordine.

Tutti i periodi di grande splendore presentano caratteristiche comuni: l'unità statale, la prosperità economica, la stabilità politica, una stabilità sociale sul lungo periodo ed una notevole forza statale e prosperità culturale.


Nel periodo delle Primavere e Autunni Confucio vide un gran caos nel venir meno dei riti, il che in realtà significava il crollo del vecchio sistema e la nascita del nuovo. Con l'ingresso nell'epoca dei Regni combattenti, Li Li e Wu Qi applicarono la riforma nei regni di Wei e di Chu, mentre nei loro periodi medio-tardi, grazie alla riforma, anche Qin, Han, Qi, Zhao e Yan si rafforzarono. La riforma applicata da Shang Yan nello Stato di Qin fu più radicale, di conseguenza Qin risultò più forte degli altri sei regni. Benchè il livello della riforma dei vari regni fosse diverso, alla fine si giunse al completamento completo o fondamentale della trasformazione del sistema sociale, con la sostituzione del sistema schiavistico con quello feuduale.


Al tempo dei Zhou occidentali si applicò il sistema dei principati, in seguito, attraverso l'annessione reciproca del periodo delle Primavere e Autunni, al tempo dei Regni combattenti rimasero solo sette Stati. Ciò presenta una differenza essenziale rispetto alle successive scissioni del paese. Prima della dinastia Qin, le tre dinastie Xia, Shang e Zhou non si possono considerare davvero unificate, essendo solo un'alleanza patriarcale con centro negli imperatori, quindi non si possono definire i Regni combattenti un'epoca di separazione. Il passaggio dall'infinità di staterelli del periodo delle Primavere e Autunni ai sette dell'epoca dei Regni combattenti è un importante progresso; il passaggio dai sette Stati all'unico Stato di Qin e la creazione da parte dell'imperatore Qinshihuang di un potere centralizzato unificato è il risultato dello sviluppo storico dalle Primavere ed Autunni ai Regni combattenti.