La battaglia di Changping

2014-12-24 11:47:28    

Nel 4° secolo a.C. al tempo degli Stati Combattenti, dopo la riforma, lo Stato di Qin diventò sempre più forte al punto che col re Zhao era ormai il più potente dei sette maggiori Stati del tempo. La battaglia di Changping è la battaglia più famosa combattuta da Qin prima della sua unificazione della Cina.

Han, Wei, Yan e Zhao, Stati confinanti con Qin, per impedirne l'ampliamento, avevano stretto una fiacca alleanza fra loro. Dei quattro, Zhao era il più forte e Wei il più debole. A partire dal 268 a.C. Qin attaccò per primo lo Stato di Wei, costringendolo ad arrendersi. In seguito invase Han, il cui re, pieno di paura, mandò un ambasciatore a Qin, con l'offerta del distretto di Shangdang (l'attuale città di Changzhi, nella provincia dello Shanxi) in cambio della pace. Tuttavia il governatore del distretto di Shangdang, Feng Ting, non voleva offrire la zona a Qin, quindi per coalizzare Han e Zhao nella resistenza a Qin, offrì il distretto al regno di Zhao.

L'imprevidente re di Zhao accettò senza tener conto dei risultati. Il fatto provocò la rabbia di Qin. Nel 261 a.C. il re di Qin ordinò al generale Wang Qian di attaccare il distretto di Shangdang. Le truppe di Zhao a Shangdang fallirono nella difesa, ritirandosi a Changping (attualmente a nord-ovest di Gaoping, nella provincia dello Shanxi). Saputa la notizia, il re di Zhao mandò il generale Lian Po col grosso dell'esercito a Changping per rioccupare Shangdang.

Giunto a Changping, il generale Lian Po iniziò subito ad attaccare l'esercito Qin. Sconfitto più volte con forti perdite, cambiò poi la strategia secondo le condizioni concrete, decidendo di passare alla difesa. Utilizzando le condizioni geografiche, fece costuire solide strutture di difesa. Il cambiamento di Lian Po produsse buoni effetti, l'attacco delle truppe Qin fu impedito e le due parti si trovarono l'una di fronte all'altra nella zona di Changping.

Per infrangere il quadro sfavorevole, la parte di Qin seminò discordia nei rapporti tra il generale Lian Po e il re di Zhao, corrompendo alti funzionari di Zhao nella capitale Handan e diffondendo le calunnie che la strategia di difesa di Lian Po era una prova della sua pronta resa all'esercito Qin e che colui che l'esercito Qin temeva di più era il generale Zhao Kuo. Ignorando la situazione della guerra, il re di Zhao ritenne che Lian Po temesse la battaglia, quindi udite le menzogne lo sostituì subito con Zhao Kuo.

Zhao Kuo era privo di esperienza pratica sul campo, conoscendo solo le regole teoriche della guerra. Arrivato a Changping, modificò la strategia di Lian Po e si preparò all'attacco, intendendo rioccupare subito Shangdang. Essendo riuscito a creare discordia all'interno del regno di Zhao, il re di Qin sostituì subito il generale Wang Qian con Baiqi, ponendolo a capo dell'esercito. Per evitare di mettere in allarme l'esercito di Zhao, il re di Qin ordinò di mantenere un rigoroso segreto in merito.

Tenendo conto dei punti deboli di Zhao Kuo, ossia la sua mancanza di esperienza pratica e di prudenza, il generale Bai Qi adottò la strategia di attrarre i nemici con il ritiro, circondandoli ed annientandoli.

Nel 260 a.C. le truppe del regno di Zhao guidate da Zhao Kuo si lanciarono all'attacco dell'esercito Qin. Dopo scontri, l'esercito di Qin finse di essere sconfitto, ritirandosi. Senza chiarire la verità, Zhao Kuo ordinò l'inseguimento. Quando l'esercito di Zhao raggiunse il fronte previsto delle truppe di Qin, incontrò la forte resistenza del corpo principale dell'esercito Qin. Zhao Kuo voleva ritirarsi, ma era troppo tardi, le truppe di Qin nascoste ai due lati attaccarono subito l'esercito di Zhao che perse subito i collegamenti con l'accampamento e cadde nell'accerchiamento di Qin.

Disperato, Zhao Kuo decise di giocare l'ultima carta, guidando i migliori reparti a rompere l'accerchiamento, finendo trafitto dalle frecce di Qin. Privo di capo, l'esercito di Zhao perse il coraggio di combattere e si arrese. L'esercito Qin ottenne così la completa vittoria nella dura battaglia di Changping.

La battaglia di Changping è un capolavoro nella storia della guerra cinese, costituendo anche la prima e maggiore battaglia di accerchiamento nella storia della Cina.