Il Guanzi

2014-12-25 09:11:35    

Il Guanzi

Il Guanzi ha una lunga storia, ma non è originario della Cina, provenendo dall'antica Persia, e nell'antichità era chiamato "Bili" o "flauto di canna". Al tempo della dinastia degli Han occidentali, il Guanzi era ormai uno strumento comune nell'area dell'attuale Xinjiang Uygur. Dopo il suo ingresso nella parte centrale della Cina, la sua tecnica interpretativa si è arricchita e sviluppata. Ora il Guanzi è ampiamente diffuso a livello popolare, diventando anzi lo strumento preferito dalla gente del nord del paese. Il motivo "Piccolo preludio" per Guanzi solista ha una spedita melodia ed è spesso utilizzato nell'accompagnamento delle opere locali, come negli intervalli per il cambio degli abiti e in scene di marcia degli artisti .

Il Guanzi ha un volume alto, una tonalità sonora e chiara, semplice e maestosa, colma di atmosfera rurale. La struttura è piuttosto semplice, essendo composto dall'imboccatura, dal Qinzi e dal corpo, che reca 8 fori. Il corpo è realizzato in bambù o legno duro, ed è simile a quello del Xiao, il flauto verticale, con 8 fori, 7 anteriori e uno posteriore, con un cerchio metallico alle due estremità. Sull'estremità superiore sono montati il Qinzi e l'imboccatura a fischietto.Il fischietto del Guanzi è di più tipi, grandi e piccoli. Quello piccolo è fatto di canna, ed è inserito direttamente nella parte superiore del corpo, senza il Qinzi, originando tonalità alte; quello grande è realizzato con un tipo di canna dura, a volte ricoperto da una striscia di legno sottile, e viene inserito direttamente nel Qinzi, originando tonalità basse.La tecnica interpretativa del Guanzi è molto ricca, e oltre al trillo, al portamento, al glissando, presenta anche tonalità speciali. Inoltre l'imboccatura profonda o leggera del fischietto determina anche la tonalità alta o bassa dello strumento. Suonandolo, coi movimenti della bocca è possibile imitare la voce umana e i suoni emessi dagli animali.

Il Guanzi possiede non solo una ricca tecnica interpretativa, ma anche molti tipi, come il Guanzi piccolo, medio e grande, doppio e con tasti.

Il motivo "Aprimi la porta", dalla melodia allegra e spedita, descrive la scena del cambio d'abito e del cammino dei personaggi delle opere locali.


Ascolto del motivo:''Aprimi la porta''