Wang Luobin

2014-12-25 09:30:18    

Wang Luobin

Wang Luobin (1913-1996), famoso divulgatore delle canzoni folcloristiche della parte occidentale della Cina, gode dell'appellativo onorifico di "re della musica popolare dell'ovest cinese". Nato nel gennaio del 1913 a Pechino, Wang Luobin entrò nel 1919 alle elementari mentre era in atto il "Movimento della nuova cultura", il che gli permise di apprendere molti canti goliardici e alcune melodie occidentali e giapponesi. Nel 1924 entrò in una scuola media retta da missionari del distretto di Tongxian, venendo a contatto nella classe di inni con la scala armonica occidentale ed acquisendo una conoscenza preliminare degli strumenti a corde. Nel 1931 superò l'esame di ingresso alla facoltà di arte della Scuola magistrale di Beiping, l'attuale Pechino, studiando musica vocale e pianoforte con la signora russa Horwath, il che segnò l'inizio ufficiale della sua educazione musicale.

Nel 1937 il giovane entrò nel gruppo di servizio del fronte del nord-ovest, guidato dalla famosa scrittrice Ding Ling, operando col gruppo fra una grandine di proiettili. Durante questo periodo compose i motivi "La canzone del bucato", "Compaesani, andate al fronte!" e "Il canto del traghetto di Fengling". Nella primavera del 1938, per ordine superiore, il gruppo di servizio del fronte del nord-ovest inviò lo scrittore Xiao Jun, il poeta Sai Ke e i musicisti Wang Luobin e Zhu Nanxing nel Xinjiang Uygur per effettuare un lavoro di ricerca. Nella parte occidentale del paese Wang Luobin venne a contatto con un gran numero di canti folcloristici, le cui incantevoli melodie lo incantarono profondamente. Un autista di etnia Uygur gli cantò il motivo popolare di Turpan "La città di Daban", che lo affascinò subito per la vivace ed armoniosa melodia, che provvide subito a registrare e far tradurre, adattandolo poi nel motivo "Il canto del carrettiere", dalla melodia più scorrevole e dal tono più umoristico. Si trattò di una svolta nella carriera compositiva di Wang Luobin ed anche del primo motivo etnico da egli raccolto ed adattato.

Wang Luobin è stato un musicista dall'ardente patriottismo. Mentre la nazione cinese versava in una gravissima situazione, egli raggiunse risolutamente il fronte della guerra antigiapponese, partecipando più volte all'organizzazione della propaganda antigiapponese e svolgendo un attivo lavoro di propaganda contro l'aggressione giapponese per la salvezza del paese. Con grande entusiasmo patriottico egli compose molti motivi nrlla guerra antigiapponese come "Compaesani, andate al fronte!", "La canzone del bucato", "Il canto del traghetto di Fengling" e "L'amore degli schiavi", diffondendoli sul fronte settentrionale e incoraggiando molti giovani a gettarsi nel movimento di lotta al Giappone per la salvezza della patria. Dopo la liberazione del paese, pieno d'amore per la nuova Cina, egli compose più di 100 motivi in lode del PCC e del socialismo, come "Salam, presidente Mao", "La luce del socialismo illumina il mio cuore di vecchio cinese" e "Yakexi", diffuse nella regione autonoma del Xinjiang Uygur e nell'intero paese, incoraggiando i popoli delle varie etnie a impegnarsi per la costruzione della nuova Cina socialista.Wang Luobin ha dato enormi contributi alla diffusione e sviluppo delle canzoni folcloristiche dell'ovest del paese. Attraverso anni di sforzi instancabili, egli raccolse, riordinò e registrò numerosissime canzoni folcloristiche di alto valore accademico delle varie etnie, come i motivi Uygur "Sollevando il velo dal tuo capo", "Motivo di danza di Kashgar", "Motivo di danza della gioventù", "Alamuhan", "Sale in cielo la mezza luna" e "Yilala", e i motivi Kazak "Il canto del vagabondo", "Ti aspetterò fino a domani", "Fra le pecore è sdraiato qualcuno che pensa a te" e "Mayila".

Sulla base della raccolta e riordino delle canzoni folcloristiche, Wang Luobin adattò anche molti motivi, come il famoso "In un posto lontano", adattato dalla canzone Kazak "Una fronte bianca". Il motivo si è diffuso prima nelle province del Gansu e Qinghai e poi tutto il paese, godendo per decenni della predilezione del pubblico.


Ascolto del motivo: "Motivo di danza della gioventù"