Yang Hongji

2014-12-25 09:58:51    

Yang Hongji

Yang Hongji è un noto baritono cinese, membro dell'Associazione nazionale dei musicisti e dell'Associzione nazionale degli artisti dell'opera.

Nato a Dalian, nella provincia del Liaoning, nel febbraio del 1941, ama il canto sin da bambino. Nel 1959, al secondo anno delle superiori, è entrato nella Compagnia di canto e danza di Dalian, e poi nel 1962 nella Troupe del Dipartimento politico dell'Esercito Popolare di Liberazione, rimanendovi finora. Ha studiato musica vocale con Li Mengxiong, Yang Huatang e Shen Xiang.

Realizzando che è difficile diventare un cantante in grado di affrontare opere con diverso livello di difficoltà senza uno studio sistematico della teoria in un conservatorio, in gioventù ha studiato da autodidatta tutte le teorie musicali indispensabili ad uno studente di musica vocale dei corsi regolari, inclusi il pianoforte, l'armonia, la lingua italiana e così via. Questi studi hanno svolto un ruolo decisivo per il suo attuale successo.

Nel 1979 il direttore d'orchestra Seiji Ozawa venne in Cina a dirigere l'Orchestra centrale cinese nella 9° Sinfonia di Beethoven. In un concorso cui parteciparono decine di cantanti cinesi, Yang Hongji fu scelto ed elogiato da Ozawa per la sua interpretazione. Nel 1984, grazie alla presentazione del Prof. Shen Xiang, cantò come baritono in inglese classico le Stagioni di Haydn in cooperazione con l'Orchestra di musica sacra di Hong Kong e con il direttore sino-americano Mo Yongxi. In seguito cantò come baritono nel Requiem di Verdi, nella Creazione di Haydn, nella Messa di Mozart, Messa Solenne di Beethoven e altre grandi opere classiche. Ha interpretato importanti ruoli nella Carmen, in Madama Butterfly, Tosca e nell'opera sovietica “Qui l'alba è tranquilla” messe in scena dalla Troupe del Dipartimento politico dell'EPL e dal Teatro centrale dell' Opera, e in decine di opere cinesi come “Una goccia d'acqua della sorgente” e “Figlia del partito”. In particolare nel 1998 la sua interpretazione di Qu Yuan nell'opera omonima del defunto musicista del popolo Shi Guangnan ha ottenuto un gran successo.

Yang Hongji ha vinto il Premio nazionale Fiore di susino per l'opera e il Grande Premio per la Cultura del Consiglio di Stato. Partecipa anche spesso a importanti serate artistiche organizzate dalla CCTV e dalle altre TV del paese e ad attività organizzate dal Ministero della Cultura e dall'Ufficio culturale del Dipartimento politico dell'EPL , inoltre ha registrato i motivi conduttori di decine di film e telefilm, come “Il romanzo dei tre regni” e “Addio, Mosca!”.

Ascolto del motivo: ''Il Fiume Azzurro scorre impetuoso verso oriente''