Il flautista Zhao Songting

2014-12-25 10:15:27    

Il flautista Zhao Songting

Zhao Songting, nato nel 1924 a Dongyang, nella provincia del Zhejiang, ha amato la musica sin dall'infanzia, iniziando a 9 anni a studiare il flauto e subito dopo l' erhu, la pipa, il sanxian e la suona, tutti strumenti tradizionali cinesi. A 16 anni, dopo la scuola media, ha partecipato ad un corso di Kunqu, entrando poi all'Istituto Magistrale e diventando quindi insegnante delle medie e di musica alle Magistrali. A 22 anni, su ordine del padre, lasciò l'amata musica, entrando all'Istituto di Giurisprudenza di Shanghai.

Nel 1949 sospese risolutamente gli studi di legge ed entrò in una troupe artistica, studiando alcuni strumenti musicali occidentali e dandosi alla composizione di motivi. Nel 1954, durante un periodo in un sanatorio del nord-est della Cina, di fronte ai bei paesaggi e alle scene serene di lavoro del posto, compose il motivo per flauto solista “Alba”, che descrive la patria come il sole nascente ad oriente. Nel 1956 entrò nella compagnia di canto e danza popolare della provincia del Zhejiang, ottenendo un notevole successo nell'interpretazione di “Alba” alla prima Settimana nazionale della musica.

Nel 1964, durante il quinto concerto “Primavera di Shanghai” interpretò due brani di sua composizione, “ Il paesaggio del fiume Wujiang” e “La raccolta del tè”, incontrando il favore degli spettatori e l'apprezzamento degli esperti.

In seguito si dette a ricerche tecniche sul flauto e con l'aiuto del fratello minore, il fisico Zhao Songling, studiò e sperimentò a lungo i problemi del calcolo e utilizzo delle frequenze, della temperatura e della precisione acustica, raccogliendo decine di migliaia di dati e fornendo finalmente un metodo scientifico alla fabbricazione dello strumento.

Zhao Songting si è distinto anche nell'insegnamento e fra i suoi studenti molti si sono fatti un nome sia in Cina che all'estero. Inoltre ha anche svolto due ricerche, una sul flauto curvo, che permette di aumentare la lunghezza dello strumento e non ne influenza il suono, e l'altra sul flauto dell'oca, detto anche “Flauto doppio dal tubo singolo”, in cui le mani del suonatore paiono le ali di un'oca in volo, con un effetto straordinario alla vista. Questo flauto è presente nelle registrazioni storiche e visibile negli affreschi, ma non ne è mai stato trovato un esemplare concreto.

Il flauto cinese conta due scuole, del nord e del sud. La scuola del sud è famosa per la bellezza, eleganza e splendore, mentre quella del nord si presenta grezza, chiara e possente. Per esprimere meglio lo spirito dell'epoca e infrangere la separazione tra nord e sud, Zhao Songting ha abbinato i punti forti delle due scuole, assorbendo alcune tecniche del flauto occidentale e formando la scuola del Zhejiang, caratterizzata dall'equilibrio fra dolcezza e forza. Egli ha anche utilizzato nel flauto lo speciale metodo di respirazione abbinato alla suona, arricchendo i metodi espressivi dello strumento. L'arte del flauto di Zhao Songting ha originato un sistema comprensivo degli aspetti dell'esecuzione, creazione, insegnamento, ricerca scientifica e fabbricazione.

Per quanto riguarda l'estetica, Zhao Songting ha proposto: la tecnica musicale deve servire il contenuto, lasciandosi alle spalle l'impossibilità che l'espressione del contenuto sia chiamata tecnica; il flauto di bambù di per sè è in continuo sviluppo, quindi anche la tecnica deve essere continuamente rinnovata; non importa se cinese o straniera, antica o moderna, se serve al contenuto dobbiamo assorbirla.

Nonostante l'arte del flauto di Zhao Songting origini dal popolo ed egli personalmente non sia mai entrato in una scuola specialistica, la sua preparazione letteraria e le sue conoscienze tecnico-scientifiche erano ricchissime, per cui la sistematicità e scientificità del suo insegnamento risultano molto alte. I libri di testo da egli elaborati sono facili da capire, con una struttura rigorosa, quindi molti suoi studenti sono emersi nel settore.

Per sviluppare la musica tradizionale Zhao Songting ha ignorato la stanchezza, recandosi dove necessario, un vero musicista pratico nato e cresciuto sul suolo nazionale. Zhao Songting è mancato nel 2001 a Hangzhou.


Ascolto del motivo: “L'orchidea incontra la primavera”