Il famoso pianista Fu Cong

2014-12-25 10:20:37    

Il famoso pianista Fu Cong

Nato il 10 marzo 1934 a Shanghai in una famiglia di intellettuali dalla forte atmosfera artistica e spirito accademico, figlio di Fu Lei, famoso studioso, teorico dell' arte e traduttore, già a tre, quattro anni il piccolo Fu Cong era in grado di percepire la forza di attrazione della musica, sviluppando per questa un

amore straordinario. A sette anni iniziò a studiare pianoforte sotto la guida del direttore d'orchestra e pianista italiano Mario Paci, allievo di un discepolo diretto di Liszt, continuando per tre anni. Nel 1951 passò a studiare con la pianista sovietica Ada Bronstein.

Nel 1953 si tenne in Romania il quarto Festival mondiale dei giovani. Dopo una scelta a livello nazionale, Fu Cong fu l'unico cinese a partecipare al Concorso per pianoforte, ottenendo il terzo premio. Il Preludio di Scriabin da egli interpretato commosse alle lacrime i concorrenti sovietici.

Nel marzo 1955 si tenne a Varsavia il quinto Concorso internazionale per pianoforte Chopin, che portò nella capitale polacca 74 concorrenti delle varie parti del mondo. Fu Cong era l'unico concorrente cinese ed anche quello con la più ridotta esperienza musicale. Dopo tre eliminatorie egli conquistò il terzo posto, con uno scarso divario di punti con i primi due concorrrenti, ed il premio Mazurka per la migliore interpretazione. Era la prima volta che un orientale emergeva per i suoi risultati al Concorso Chopin. Nonostante il terzo posto, il fascino della sua interpretazione rese Fu Cong uno dei personaggi più seguiti della manifestazione.

Dopo il concorso egli rimase in Polonia a studiare pianoforte, diplomandosi in anticipo alla fine del 1958. Durante questo periodo, dall'agosto all'ottobre 1956 il giovane tornò in Cina per le vacanze, tenendo a Pechino un concerto solista e a Shanghai un concerto di Mozart con l'orchestra sinfonica della città. Nel dicembre 1958 lasciò la Polonia trasferendosi a Londra.

Durante gli anni ‘60-‘70, Fu Cong tenne circa 2400 concerti solisti, collaborando con molti famosi artisti internazionali come Menuhin, Barenboim e Chung Kyung Wha e registrando 50 dischi; è anche stato giudice dei Concorsi internazionali per pianoforte Chopin e Regina Elizabetta del Belgio e di concorsi musicali in Norvegia, Italia, Svizzera, Portogallo e in paesi dell'Asia sud-orientale, lasciando le sue tracce in Europa, America, Medioriente, Asia sud-orientale, Giappone e Oceania. Il suo arduo lavoro gli è valso il titolo di “Grande Maestro” e l'appellativo onorifico del Time Magazine di “più grande musicista cinese dei nostri tempi”.

Nel 1976 tenne un concerto al Conservatorio centrale cinese, rimpatriando in seguito quasi ogni anno per tenere concerti e lezioni a Pechino, Shanghai, Xi'an, Chengdu e Kunming. Ha tenuto corsi specialistici su Chopin, Mozart e Debussy e interpretato le loro opere e quelle di Schubert. In collaborazione con l'Orchestra centrale cinese ha interpretato i concerti per pianoforte di Beethoven e con l'Orchestra degli studenti del Conservatorio centrale ha diretto ed interpretato i concerti per pianoforte di Mozart, sovrintendendo in modo particolare alla formazione dell'ensemble di musica da camera della Scuola media dipendente dal Conservatorio centrale. Per la sua ricca esperienza artistica e la sua instancabile attività didattica ha ottenuto l'apprezzamento e il rispetto unanimi di insegnanti e studenti e degli appassionati di musica.

Ascolto del motivo: "Notturno di Chopin"