italy.china.com
Economia | Cultura | Turismo | Salute | Eventi | China ABC | Riviste | Immagini | Video
Italiano:italy.china.com > expo > Interviste >

L'intervista esclusiva a Wang Jinzhe, rappresentante governativo generale del Padiglione cinese all'Expo di Milano

2015-04-19 09:42:23

L'intervista esclusiva a Wang Jinzhe, rappresentante governativo generale del Padiglione cinese all'Expo di Milano


CRI: Sfogliando la stampa italiana, possiamo notare che sia le isituzioni italiane, sia il mondo commerciale e le associazioni industriali prestano attenzione all'investimento cinese in Italia. Tra i padiglioni cinesi all'Expo, a parte quello nazionale, ci sono anche due dedicate alle imprese cinesi, alcune delle quali si sono già stabilite in Italia come la zoomlion. Per il “go-out” delle imprese e dei brand cinesi, l'Expo è un'opportunità?


Wang Jinzhen: L'expo rappresenta un'ottiam piattaforma per promuovere gli scambi tra le imprese dei vari paesi. L'Italia è uno dei paesi principali dell'Ue e anche un importante partner commerciale della Cina. Quest'anno ricorre il 45 anniversario dello stabilimento delle relazioni diplomatiche tra Cina e Italia, e nei 45 anni passati in particolare negli ultimi anni, grazie all'appoggio dei governi e all'impegno delle aziende, l'interscambio commerciale tra i due paesi ha registrato una crescita componente. Anche l'investimento è cresciuto con un ritmo fortissimo. Nel 2014, il volume del commercio sino-italiano ha raggiunto i 48 miliardi di USD, e oggi l'Italia è il quinto partner commerciale della Cina all'interno dell'Ue e la Cina è il primo partner commerciale dell'Italia in Asia. A mio parere, i 48 miliardi non bastano ed esiste ancora un grande potenziale da scavare. Penso che attraverso la piattaforma dell'Expo, un maggior numero delle imprese cinesi puntano sull'Italia per trovare opportunuità sull'import-export e sulla cooperazione. Questo è l'aspetto del commercio.

Per quanto riguarda l'investimento, tanto è vero che negli ultimi anni il passo di investire in Italia da parte delle aziende cinesi è sempre accelerato e si è registrato un boom degli investimenti cinesi nel Belpaese, che nel 2014 è stato il secondo paese destinazione dei capitali cinesi solo dopo la Gran Bretagna. Poco tempo fa, la Chemchina ha acquistato una quota delle azioni del produttore pneumatici italiano Pirelli, il che ha suscitato una grande eco in Italia. Credo che queste collaborazioni siano win-win. É ben noto che i paesi europei, inclusa l'Italia, non sono ancora completamente usciti dalla crisi finanziaria del 2008, anche se migliorata, la situazione non è ritornata ad un livello soddisfacente. L'organizzazione dell'Expo svolgerà un ruolo importante per spingere la ripresa economica italiana e per attrarre gli investimenti dei paesi interessati tra cui anche la Cina. Per quanto ne sappiamo, un gran numero delle aziende cinesi sono intenzionate di cooperare con quelle italiane attraverso l'Expo. Tra i settori coinvolti ci sono la ristorazione, per esempio alcune imprese alimentari cinesi hanno espresso la volontà di approfittarsi di questa piattaforma per il prossimo stabilirsi in Italia, poi l'abbigliamento, poiché alcuni brand italiani di secondo o terzo ordine, nonostante la loro lunga storia, oggi sembrano incapaci o difficili sopravvivere. Credo che le imprese cinesi si sono molto interessate dei progetti del genere. La cooperazione in questo ambito rappresenta un'opportunità non solo per le aziende cinesi ma anche per i brand italiani. Una volta realizzati questi progetti, i risultati sono win-win.

Più importante è che la maggior parte di 17 province, regioni e città cinesi partecipanti all'Expo terranno forum economico-commerciale per confrontarsi con le camere di commercio, le associazioni industriali e le aziende italiane, non solo nell'ambito agro-alimentare, ma anche in altri settori. Tra l'altro, saranno organizzate dieci giornate dedicate alle imprese. Tutto ciò giocherà un ruolo positivo per l'ulteriore promozione della cooperazione commerciale e d'investimento tra i due Paesi. Infine volevo ricordare che gli investimenti italiani in Cina precedono molto quelli cinesi in Italia, anche le dimensioni sono finora superiori. Quindi direi che c'è un enorme potenziale. Le nostre aziende devono avvantaggiarsi dell'occasione per aumentare la cooperazione economico-commerciale di mutuo vantaggio tra Cina e Italia.



Volontari

More+

Volontari del Padiglione nazionale cinese all'Expo di Milano

Volontari del Padiglione nazionale cinese all'Expo di Milano

Il 4 maggio ricorre la Festa cinese dei giovani. Quest'anno per i volontari del Padiglione nazionale cinese all'Expo Milano, è stata una Festa dei giovani straordinaria...

Cina: aperte selezioni di volontari per padiglione cinese a Expo Milano

Cina: aperte selezioni di volontari per padiglione cinese a Expo Milano

Il 22 gennaio presso l'Università di lingue straniere di Shanghai, si sono tenute le selezioni nazionali dei volontari per il padigione cinese all'Expo Milano 2015.